Relazioni d’Amore Onnipotenti: un delirio a due ma solitario

Relazioni OnnipotentiIn questo tipo di relazioni le persone sentono che è bastato loro un semplice sguardo, per porre in contatto i loro cuori. La sintonia si è creata nel tempo dell’immediato.
Qui il “non proferire parola” agisce guidato dall’idea che il legame si “intenda” e “comunichi” per mezzo di canali non manifesti.
Sembrerebbe come, e le persone implicate sono convinte che sia, se nel semplice sguardo avvenisse un passaggio di informazioni, non fraintendibili, che agiscono immediatamente sui cuori, rendendoli “cordiali” (l’uno all’altro).

È un “vapor” quello che passa da un soggetto all’altro, e questo può avvenire solo laddove vi sia amore. Tanto che se il “vapor” non sortisce gli affetti desiderati, questo fenomeno viene interpretato dal soggetto come prova (non discutibile) del mancato amore (e della mancata autenticità) dell’altro.
Il non comprendersi non diventa motivo di riflessione, o passaggio ad altri canali comunicativi, ma viene assunto a elemento di colpa (l’altro mente quando afferma di amare il soggetto).

Altra importante, anche se spesso latente, caratteristica di questo tipo di legami, è il desiderio di un ritorno al “cuore originario”. Quello spazio-luogo in cui magicamente si incontra l’intero-altro.
Questa idea è alimentata proprio dall’iniziale “colpo di fulmine”, dove il legame, avvolto dal “vapor”, ha portato l’uno nel cuore dell’altro, come trasportato da un cordone ombelicale.

Il cuore è elemento centrale e vitale del sistema “amore”. Non facendone parte ne permette l’esistenza.

Il “vapor” ha invece natura sempre uni-direzionale, e mai bi-direzionale o circolare. (La risposta deve essere di comprensione, non di “dialogo” o “discussione”, tutto ciò che non è “comprensione” viene considerata “assenza d’amore”).
Innamorarsi, in questa dimensione, è solo magia e telepatia.

Francesco Urbani
 www.francescourbani.it

Suggestioni Bibliografiche
– P. Sloterdijk, Sfere I, Raffaello Cortina.
– P. Sloterdijk, Sfere II, Raffaello Cortina.
– J. Benjamin, Legami d’amore, Raffaello Cortina.
– P. Cameron, Quella sera dorata, Adelphi.
– A. Strindberg, Inferno, Adelphi.
– Y. Kawabata, La casa delle belle addormentate, Mondadori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Social profiles