Sessualità e Simbiosi: Il Cerchio Magico #1

simbiosi-eta di luluIl cerchio magico emerge tra persone che cercano vicinanza, e che sono accomunate da tematiche simili (in modo reale, ideale o apparente).

E’ l’incantamento dell’altro, che a sua volta incanta, ad avere potere, creando un rituale circolare di fascinazione che diventa regola del legame, e che solo in casi eccezionali può sviluppare “disincanto”.

Questo cerchio, formatosi ben oltre ogni vincolo, produce contaminazioni reciproche, infinite e continue.
Qui il desiderio acquista ruolo pubblico, perché la relazione in cui esso abita è “campo di forze pubblico”. Il privato è impossibile, ed anche laddove “sembra”, in realtà è solo “apparenza”.

L’oggetto desiderato, tra l’altro, riesce ad attivare sia il desiderante che il desiderato, e ciò lo si deve al fatto che quando desidera, il soggetto è già appartenente all’oggetto.
Quindi “essere” e “fascino” finiscono per coincidere nel desiderio, il quale sempre chiede risposta al “venire incontro” e al “l’attrazione”.

Nello stabilirsi del cerchio magico, tra le persone coinvolte, vi è la ricerca di completezza e totalità, che proprio il desiderio richiama. Ed è in questo preciso punto che si ri-attualizza il “ritmo tragico dell’uomo totale”, il quale dalla fase di “perfezione originaria” passa per la “separazione catastrofica”, arrivando poi al “ristabilimento”.
In questo percorso si verifica una fase “acuta” nel momento in cui ciò che è stato separato inizia ad essere prossimo alla “riunificazione-vicinanza”, quindi in “quasi-contatto”, con il “cerchio incantato interpersonale”.

Nel cerchio però si potrebbe “sparire”, e si potrebbe anche giungere alla simbiosi, come in una sorta di “errore di avvicinamento” (che non è dovuto all’eccesso, ma ad un “malfunzionamento da impoverimento”).
La simbiosi è tuttavia scongiurata dalla sessualità, la quale mette in pratica una deviazione di ciò che si desidera. Essendo l’oggetto di desiderio un ideale impossibile, o un passato irrecuperabile.

Francesco Urbani
www.francescourbani.it

Immagine tratta da “Le età di Lulù” di Bigas Luna

One thought on “Sessualità e Simbiosi: Il Cerchio Magico #1

  1. Le relazioni ed i rapporti oggi, in questo mondo mediatico, hanno cambiato tanto.
    Ci si trova con l’altro simile, ci si atacca, come un adesivo universale superforte, come un bostik.
    quello che regola il legame è il tempo immediato ..tutto va così veloce…che il tempo, il percorso del tempo nella linea spazio temporale non esiste più. Non esiste più il tempo perché si possa instaurare il desiderio..non c’è tempo!!!!
    Non ce ricerca, la ricerca è veloce…veloce….veloce senza pazienza….la attesa e la risposta al desiderio esiste concretamente in un sms o watsap…che occupano il tempo, che prendono forma di quello che si crede sia il desiderio.
    l’essere si è perso nel fare, nella immagine che appare.
    Non ci sono più i confini tra lo pubblico, lo intimo e lo privato, i confini sono così sottili che si mostra tutto o niente.
    Credo solo attraverso un dialogo profondo, una comunicazione quotidiana ed empatica, ed una osservazione dell’altro si possa arrivare ad una forma d’amore distaccata della percezione della completezza ingannevole della immagine, per riuscire ad avere una sessualità che ci permetta, che permetta agli essere parlanti, di vivercela bene!!!! e non avere paura di amare ed essere amati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Social profiles